giovedì 13 dicembre 2012

Sanacchiudere, porcelli

Ricetta tipica Tarantina, mia madre ne faceva tantissimi.
Io non li faccio più perché ne sono ghiotta sono il mio dolce preferito di Natale...Allora tutti gli anni mia nipote Rosa mi porta un vassoietto monodose tutto per me, così li faccio fuori subito e sono felice di averli assaggiati.


la storia (o leggenda) dice che c'era una famiglia molto povera e in questa casa vivevano molti bambini che oltre ad avere fame volevano un dolcetto per il Santo natale.
La povera madre non sapeva come fare per accontentarli, allora prese degli ingredienti che aveva in casa:un pò di farina, olio vino e miele e fece questi dolcetti che avevano la forma di un "cavatello".
I bimbi erano tutti intorno alla mamma a guardare , mentre impastava, friggeva e conservava, a questo punto iniziarono a piangere e a reclamare le leccornie preparate dalla mamma che non sapendo come fare per calmare i piccoli si inventò una storia e disse "vedete bambini, come sono fatti questi dolci? sono un pò aperti, allora non si possono mangiare adesso, dobbiamo aspettare a Natale perchè "SANNACCHIUDERE" che tradotto: significa : si devono chiudere. Così è nato il nome di questi dolcetti tipici del Natale. 

Ingredienti:
1 kg di farina
200 grammi di olio EVO 
3 cucchiai di zucchero
1 cubetto di lievito di birra
1/2 bicchiere di anice
Miele 
Cannella, chiodi di garofano
Buccia di un'arancia
1 bustina di vanillina
1 pz di sale
Olio per friggere
Confetti colorati


Procedimento:
In  una padella far sfumare l'olio con la scorzetta d'arancia mettete a raffreddare. Sulla spianatoia mettete la farina con tutti gli ingredienti secchi e cioè: il lievito sbriciolato con la farina, zucchero,sale,cannella,chiodi di garofano,la vanillina e mescolare bene.
Nel frattempo l'olio si sarà raffreddato, a questo punto aggiungete anice e l'olio e impastate energicamente fino a che l'impasto non liscio e bello compatto, se dovesse risultare un po secco aggiungere qualche cucchiaio di acqua calda.
Fatela riposare per circa un ora coperta con un canovaccio.
Quindi prendete un pezzo di pasta fatene delle listarelle e tagliate a tocchetti , rotolateli sulla mandolinna per gnocchi oppure sul retro della forche o ancora sul retro del coperchio della grattugia, friggete questi sanacchiudere in abbondante olio caldo, quando saranno belli e dorati, fateli scolare in scola pasta così faceva mia mamma, secondo me in questo modo si asciugano bene io faccio così per tutte le fritture.
A questo punto in una casseruola alta mettete il miele e fate liquidificare versate i sanacchiudere e con una schiumarola scolateli e versateli in vassoi o coppette, cospargete di confettini colorati se volete anche delle mandorle pugliesi tostate.....ed è fatta!



Pollo al limone


Bè posso dire che questo pollo al limone è una prelibatezza, dal gusto deciso ma intrigante, mi piace assai! Mio figlio Tommaso aveva ragione....lui lo aveva assaggiato a casa di Maria, mamma di Marco nonchè amico di Gianluca. L'avevano assaggiato tutti! Tranne me...tranne me...tranne meeee!!!!

Ingredienti:
5 fette di petto di pollo
1 limone succo e scorza
1 cucchiaio di maizena
1/2 bicchiere di acqua
1 cucchiaino di zucchero
Farina per impanatura
Sale e pepe
Olio evo


Procedimento:
Impanare le fette di pollo e metterle a rosolare in una padella con olio evo, quando saranno cotte da entrambi i lati con una pinza toglierle dalla padella e adagiarle su un piatto.
Nella stessa padella abbassando la fiamma versare,  limone (succo e pezzettini),zucchero e per ultimo l'acqua con la maizena che avrete precedentemente sciolto, fate sfumare un po e rimettete il pollo in questa cremina, cuocete ancora per due minuti rigirando le fette di pollo, insaporite col sale e pepe a piacere.
Buone assai!

mercoledì 12 dicembre 2012

Mandorle pralinate

Ricetta tipica pugliese facile da fare, ci vuole pazienza e forza nelle braccia ma solo per grandi dosi....unico inconveniente? Una tira l'altra... attenti!

Ingredienti:
500 gr. di mandorle
500 gr di zucchero io ho usato quello di canna
300 ml di acqua

Procedimento:
In una pentola alta e capiente mettere zucchero acqua e mandorle a fuoco sostenuto....mescolare fino a quando l'acqua evapora, quando lo zucchero si caramella togliere dal fuoco vedrete che lo zucchero si polverizza attaccandosi alle mandorle,  mescolate sempre rimettete sul fuoco e lo zucchero che si è polverizzato si caramellerà dinuovo e si attaccherà tutto sulle mandorle, a questo punto versare le praline su una placca da forno rivestita con carta forno e lasciare raffreddare.
Se vi va agli ingredienti base si può aggiungere cioccolato fondente, cacao, cannella ecc...potete anche colorarli con colori vegetali....
Sono davvero buoni per un'aperitivo sfizioso!

mercoledì 5 dicembre 2012

Le ghirlande fatte a mano da me

La base è fatta con rametti d'ulivo, intrecciati e incastrati tra loro, spennellati con colla vinilica fatte asciugare e poi spruzzate con vernice trasparente. Per gli addobbi quest'anno ho voluto esprimere la semplicità e la sobrietà.





















venerdì 23 novembre 2012

Pettole di Santa Cecilia


Le pettole sono una ricetta tipica pugliese, per tradizione si preparano il giorno di Santa Cecilia (22 Novembre) o dell'Immacolata l'8 dicembre...ricordo mia mamma le impastava di notte forse ne impastava 2/3 kg... (bé noi eravamo tanti, solo 17 figli  poi generi e nipoti).
Verso le cinque di mattina sempre mamma si alzava e iniziava a preparare la tavola e al centro il classico liquore all'uovo il Zabov oppure marsala ma l'addetto a versare il liquore era papà.
Noi venivamo svegliati dalla banda che suonava per le vie del paese la classica "Pastorale" e dal fritto che nel frattempo mamma aveva iniziato a fare, mamma non si limitava a fare le classiche palline di pasta no...lei ci faceva delle forme, prendeva un po di pasta la tirava che poi nell'olio bollente prendevano forme strane e noi tutti a cercare di capire che forma era... aspettavano gli altri figli quelli sposati e nipoti, e allora si che mamma era felice.... vederci tutti insieme intorno al tavolo la riempiva di gioia...bellissimi ricordi!!!


1 kg gr di farina
Acqua calda
1 cucchiaio di sale
1/2 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
olio per friggere

Procedimento:
In una ciotola mettere lievito e zucchero con un po di acqua, in una bella bowl capiente mettere la farina il sale mescolare e quando il lievito e gonfio aggiungerlo alla farina, incorporare l'acqua calda, iniziate a impastare fino a quando non vedete formarsi delle bolle, l'impasto deve essere molle ma non troppo deve fare plo plo....e si deve sentire la stanchezza alle braccia. hahahahah
Se volete potete anche dividere l'impasto in ciotole diverse, in una mettete le acciughe nell'altra cavolfiore bianco e l'altra neutra.
Friggere in olio bollente e guarnire a piacere.

Crostata con crema al limone

Grazie ad un nostro amico (Mimino)  persona squisita, ho potuto realizzare questa ricetta con limoni non trattati.





Base
350 gr di Farina
150 gr di zucchero
150 burro
2 uova
1 limone solo scorza
pz di sale
Zucchero a velo

Crema al limone
1/8 lt. di acqua
2 limoni succo 
1 limone scorza
1 uovo
200 gr di zucchero
50 fecola
25 gr di burro

Procedimento:
In una bowl setacciate la farina aggiungete  il burro freddo a pezzettini, iniziate a sbriciolare il burro con la farina fino a che il composto non diventa sabbioso e farinoso se avete un mixer è meglio, formate un buco a centro e aggiungeteci lo zucchero le uova il pz di sale e la scorza del limone, impastate il tutto per ottenere un impasto liscio e compatto, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo prepariamo la crema in un pentolino mettiamo l'acqua, il burro e la scorza dei limoni e portiamo ad ebollizione, in una bowl mescoliamo i tuorli, zucchero, fecola, togliamo il pentolino dal fuoco e a filo incorporiamo il composto di uova, rimettiamo sul gas a minimo e cuociamo la crema per 2 minuti, togliete dal fuoco e incorporate gli albumi montate a neve.

Assemblaggio torta:
Imburrate ed infarinate una teglia 24 cm stendete la frolla e adagiatela con delicatezza sulla teglia, ricopritela di crema al limone con la frolla avanzata fate delle strisce che disporrete incrociandole sulla crema.
Infornate in forno statico per 25 minuti a 180°
Spolverare con zucchero a velo.


Seppie ripiene



8 seppie grandi,
Una manciata di olive nere snocciolate
1/2 cucchiaio di capperi
1 spicchio d'aglio
Prezzemolo tritato
4 cucchiai di formaggio grattugiato
150 g di pangrattato
1/2 bicchiere di vino bianco
Sale, pepe
Olio extravergine d’oliva

Procedimento:
Pulire le seppie, cercando di lasciarle intere.
In una bowl unire tutti gli ingredienti: il formaggio grattugiato, il pangrattato, il prezzemolo tritato,  l'aglio tritato finemente e le olive spezzettate grossolanamente, rimestate e aggiungete sale, pepe e olio e un filo d’acqua.

Riempire le seppie, inserire la testa con i tentacoli fermando il tutto con uno stecchino di legno. Sistemare le seppie in una teglia con un fondo di olio extravergine d'oliva, spolverizzare di pangrattato, e mezzo bicchiere di vino bianco.
Infornare a 200° C per 20 minuti a forno statico.

Teglia di costine di agnello e patate

Ciao a tutti, dopo una lunga pausa ecco delle ricette.


600 gr di costine di agnello
6 patate grosse
2 cucchiaia di pecorino o altro formaggio
1 bicchiere di vino bianco 
3 foglie di alloro
Prezzemolo
Spezie miste a piacere 
Olio sale e pepe

Procedimento:
Pelate e lavate le patate, in una teglia, io ho usato una teglia di cm 35, sulla base ho messo l'olio, adagiato le costine e tagliato e sistemate le patate, ho cosparso di formaggio, sale, pepe, tutte le spezie e il bicchiere di vino, coperto con carta stagnola.
Infornate a 220°  per 35 minuti a forno statico, altre 10 minuti a 200° ventilato.

venerdì 10 agosto 2012

Charlotte ai frutti di bosco

Questa torta preparata in occasione di una cena con amici, bellissima e buonissima! La ricetta è di Luca Montersino ecco il  link http://youtu.be/hyxBHFCcjNE


SEMPLICEMENTE BELLA!!!






giovedì 19 luglio 2012

Tris di frittura

Oggi mi sono dilettata con la frittura di zucchine e ricotta, giusto per dare una botta di vita al fegato!!!! hehheheheh


500 gr di zucchine
500 gr di ricotta di pecora bella asciutta magari acquistata un paio di giorni prima.
Per l'impanatura, pane grattato e farina tipo 0
4 uova
Sale
Aceto
Mentuccia
Olio per friggere

Procedere

Lavare e tagliare a strisce 250 di zucchine e le altre 250 gr a rondelle, in una padella mettete abbondante olio e friggete per prima le zucchine a rondelle facendo dorare entrambi i lati, scolate bene e poneteli in un piatto fondo, condite con olio, aceto, sale e mentuccia.

Zucchine impanate e fritte
Aggiungete altro olio nella padella, impanate nella farina 0 tutte le zucchine a strisce, in un piatto sbattete 2 uova e salate.
La zucchina impanata va nell'uovo e poi fritta, anche qui dorate su entrambi i lati, scolate e adagiate su carta assorbente.

Per la ricotta fritta che è una delizia procediamo così, in una padella mettete l'olio , tagliate la ricotta a pezzi non troppo grandi (vedi foto).
In un piatto mettere il pan grattato con 1 cucchiaio di farina 0, in un'altro piatto sbattete 2 uova, passate la ricotta prima nell'uovo e poi nel pan grattato, aiutandovi magari con due forchette in quanto la ricotta è molto delicata, dorate entrambi i lati, scolate e adagiate delicatamente su carta assorbente.
Buon appetito!!!

sabato 9 giugno 2012

Parmigiana ghiotta

Questa ricetta non credo esista perché l'ho inventata io, hehehhehe è una parmigiana con patate in bianco. I miei assaggiatori hanno detto che è BUONISSIMA!
Ingredienti:
Per 4 persone
2 melanzane
4 patate
200 gr di prosciutto cotto
200 gr di fontina
2 cucchiaia di formaggio tipo grana
3 uova
Farina qb per impanare le melanzane
Olio per friggere
olio ex vergine 
1 cucchiaio pan grattato 
Sale, pepe 


Procedimento:
Pelare le patate, lavarle e tagliarle a rondelle più o meno spesse 2 cm, metterle in un pentolino con acqua salata e fate cuocere per 15 minuti scolate e mettete da parte.
Lavate e tagliate a rondelle le melanzane passatele nella farina e poggiatele su un piatto, salate e pepate le uova e sbattetele, in una padella mettete abbondante olio e a questo punto passate le melanzane nell'uovo e friggete quando saranno dorate su entrambi i lati adagiatele su carta assorbente.
Preparate una teglia rettangolare di 30 cm, metteteci un filo d'olio e il pan grattato, ora inizierete a comporre la parmigiana, uno strato di melanzane, uno di prosciutto, uno di fontina a questo punto metteteci le patate lesse, cospargete di grana, sale e pepe,  ancora uno strato di melanzana prosciutto e chiudete con la fontina.
Infornate a forno ventilato per 10 minuti /statico 15 minuti a 200°
Buon appetito!!!!

martedì 5 giugno 2012

Alici gratinate


1/2 kg di alici 
pulite la alici togliendo la testa, le interiora, e la lisca, lavatele e fatele scolare.
Per la gratinatura:
Pan grattato, formaggio pecorino opzionale, olio,aglio, prezzemolo, sale, pepe un po d'acqua.
In una ciotola  mescolare tutti gli ingredienti per la gratinatura, con le  mani prendete un po di composto e coprite le alici, filo d'olio e infornate 
a 180° per 10 minuti.

Cozze gratinate

Oggi  cozze e alici gratinate, costo minimo ma tanto sapore.


Una vaschetta di cozze a mezzo guscio pronte.
Per la gratinatura:
Pan grattato, formaggio pecorino opzionale, olio,aglio, prezzemolo, sale, pepe un po d'acqua.
In una ciotola  mescolare tutti gli ingredienti per la gratinatura, con le  mani prendete un po di composto e riempite le cozze, filo d'olio e infornate a 180° per 10 minuti.

mercoledì 30 maggio 2012

Friselle pugliesi

Le care e buone friselle d'estate sono degli alleati ottimi in cucina,  fresche e velocissime! 
Si possono condire con pomodori,origano,olio e sale, c'è chi preferisce mettere dei capperi, io amo il tonno o la mozzarella così diventa piatto unico. Li potete mangiare anche come crostini con Philadelphia.
Ingredienti:
Per circa 36 frieselle
750 gr di farina zero
250 farina "grossetto" del mulino Carparese
2 cucchiaia di olio
2 cucchiaia di sale
1/2 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
Acqua calda 1/2 lt

Il procedimento è lo stesso della ricetta base del pane:


sbriciolare il lievito in una ciotola aggiungere un po d'acqua calda e un cucchiaino di zucchero lasciare che il lievito gonfi, nel frattempo in una bowl da 2 kg setacciare le farine con il sale e l'olio mescolare bene, per ultimo il lievito,ora è il momento di aggiungere l'acqua calda ed impastare bene affinché l'impasto non sarà liscio morbido ma consistente, trasferite l'impasto su un piano di lavoro e lavoratelo per almeno 10 minuti se si appiccica sul piano aggiungere poca farina di grano e impastate, riponetelo nella bowl e fatelo lievitare per circa 3 ore.
Dopo tale tempo di riposo foderate una teglia con carta forno, prendete l'impasto e fatene dei rotoli abbastanza cicciottelli e chiudeteli a mò di tarallo,e lasciate lievitare per almeno un'altra ora.
Passata l'ora, infornate a 180° per 15 minuti in forno statico, estraeteli dal forno e con un coltello grande e ben affilato tagliateli a metà, riponeteli sulla stessa teglia con la parte tagliata verso l'alto e lasciateli cuocere per altri 15 minuti per la tostatura.







domenica 27 maggio 2012

Calamarata frivola

Oggi a pranzo mi è avanzata un po di pasta Garofalo trafilata in bronzo,ho dato un'occhiata in frigo per vedere cosa potevo aggiungere, mi è venuto un bel timballo veloce!


Ingredienti:
250 gr di pasta (calamarata Garofalo)
1 zucchina
2 pezzi di salsiccia fresca
Formaggio a piacere
Sugo della domenica
Olio

Procedimento:
in una teglia mettete un d'olio, versateci la pasta cotta, la Garofalo si mantiene al dente, aggiungete la zucchina lavata e tagliata a quadretti, con la salsiccia spellata e spezzettata con le dita, cospargete di formaggio e sugo quanto basta e un filo di olio per finire, coprite la teglia con carta stagnola.
Infornate in forno già caldo a 200° per 30 minuti gli ultimi 5 senza stagnola.
Buona assai!!!

sabato 26 maggio 2012

Caramelle alla nutella

Una ricetta semplicissima  queste caramelle sono state fatte da mia sorella Silvana ma iniziate da mia nipote Rosa...io ho fatto le foto e pubblicato cioè tutto in famiglia, niente male nè!

Pasta brisè:
70 ml di acqua fredda
100 gr di olio di oliva o burro
200 gr di farina
Per il ripieno la buona e cara Nutella
Forno 180° per 10 minuti


Procedimento:
stendete la pasta brisè e fatene dei rettangoli riempite con un cucchiaino di Nutella, accavallate la pasta su se stessa e chiudete le estremità a mò di caramella.
Sistematele su una teglia  con carta forno e infornate.



giovedì 17 maggio 2012

Cuoricini alle erbe

Questa ricetta lo trovata sul sito " Cucchiaio d'argento" ma io lo rivisitata aggiungendo più erbe e impastando solo con vino e non con l'acqua. Ma quanto sono buoni!
Ingredienti:
250 g di farina
1/2 bicchiere di vino bianco secco e profumato
Trito di salvia, rosmarino, maggiorana, timo
2 cucchiaia di olio + olio per friggere
Sale qb

Procedimento:
In una ciotola mescolate la farina con le erbe tritate finemente, due cucchiai d’olio, il sale e tanto vino bianco  quanta ne occorre per ottenere un impasto piuttosto morbido. Copritelo, lasciatelo riposare per almeno un’ora. Tirate la pasta a sfoglia di tre millimetri di spessore e con uno stampino a forma di cuore ricavatene tanti cuoricini. Lasciateli riposare venti minuti. Friggete i cuoricini in una padella con abbondante olio caldo,tirateli con la schiumarola, asciugateli su carta assorbente da cucina e servite caldissimi magari come aperitivo.


venerdì 11 maggio 2012

Cotoletta

Ingredienti:
Per 4 persone
8 fette di prosciutto di maiale (potete usare la carne che più vi piace).
4 uova
Un mix di pan grattato, farina e preparato per impanare.
Sale e pepe
Olio per friggere e un rametto di rosmarino
Procedimento:
fare un mix di farina, pan grattato, e preparato per impanare il mio macellaio lo vende, pepare. 
Sbattere le uova e salare.

Passare la carne nel mix di pan grattato, farina e preparato per impanare e poi nelle uova se volete una crosta più spessa passate ancora nel mix e adagiarle su un vassoio.
In una padella abbastanza capiente riempirla con olio per friggere metteteci il rametto di rosmarino e friggete le fettine, scolarle e adagiatele su carta assorbente.
Servite con insalata o con purè di patate!

Pappardelle con fagioli

Ricetta della tradizione 
Ingredienti:
per 4 persone
400 gr di pappardelle all'uovo
400 gr di fagioli cannellini secchi
Trito di sedano e cipolla
2 cucchiaia di passata di pomodoro 
Olio, sale e pepe o peperoncino


Procedimento:
per prima cosa lavare i fagioli e metterli a bagno per almeno 8 ore.
In una casseruola mettere i fagioli ormai gonfi e a fuoco lentissimo farli cuocere per almeno un'ora, si formerà della schiuma che voi toglierete con la schiumarola, aggiungere il trito di sedano e cipolla e passata di pomodoro, salate e lasciate cuocere fino a cottura ultimata.
Prendete le pappardelle, sbriciolatele nelle mani grossolanamente e cuocetele in acqua salata, scolate, versate le pappardelle nei fagioli ormai cotti, impiattate condite con olio a crudo sempre e se vi piace pepate oppure aggiungete poco peperoncino.

lunedì 7 maggio 2012

Muffin al cioccolato


Ingredienti:
300 gr di farina
4 uova
100 gr di burro
100 gr di cioccolato fondente
150 gr di latte
200 gr di zucchero
1/2 bustina di lievito per dolci
vanillina
1 pz di sale
20 pirottini
Forno statico 180° per 25 minuti




Procedimento:
fondere il cioccolato a bagno maria, nel frattempo in una bowl sbattere le uova con lo zucchero e il burro per almeno 10 minuti, setacciate la farina con il lievito,sale e vanillina, aggiungere  il latte e il cioccolato fuso freddo.
Su di una teglia con carta forno, posizionare dei pirottini per muffin, mettere l'impasto in una sacca da pasticcere e riempire i pirottini per 3/4.
Infornare a 180° per 25 minuti


Briosce


L'impasto è lo stesso dei panini al latte con l'aggiunta di granella di zucchero per decorare!