lunedì 1 dicembre 2014

Torta allo yogurt e pistacchi di Bronte


Torta davvero facilissima da fare e poi con i pistacchi di Bronte Il colore verde,quel sapore così intenso. Trovarli al naturale, non salati e già sgusciati, non è facile,ma la ricerca sarà premiata da questa torta buonissima.

Ingredienti:
100 g di pistacchi di Bronte
1 vasetto di yogurt
200 g di farina "0"
60 di fecola di patate
1/2 cucchiaino di bicarbonato
200 g di zucchero semolato
1 bustina di vanillina
3 uova intere
100 g di olio di semi
1pz  di sale

Procedo:
Con lo sbattitore o planetaria iniziate a sbattere le uova con lo zucchero almeno per 10 minuti, quando il composto sarà bello gonfio, abbassare la velocità, aggiungere l'olio a filo e lo yogurt.
In un setaccio mettere gli ingredienti secchi setacciarli e incorporarli tutti insieme mentre la planetaria è in funzione a bassa velocità, quando sarà tutto amalgamato spegnere, aggiungere i pistacchi di Bronte e con un leccapentole rimestare con delicatezza.
Ungete e infarinate una teglia quadrata o tonda a bordi alti da 22x30cm
Infornare a 180° per 20 minuti

sabato 29 novembre 2014

Gallete di mele

Queste sono delle torte di mele monoporzione, davvero ottime!





per 6 gallette

Ingredienti:
320 gr. di farina per dolci
2 cucchiai di zucchero
6 cucchiai di acqua
1 pz di sale
1 cucchiaio di succo di limone

Per il ripieno:
3 mele
75 gr. di yougurt greco
75 gr+ 2 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di vaniglia
1 uovo con un cucchiaio di acqua
Forno 200° per 25 min
 Procedo:

1. 1. Mescolare la farina, lo zucchero e il sale usare una ciotola o utilizzate una planetaria equipaggiata con il gancio foglia. Tagliare il burro a pezzetti deve essere freddo  fate andare la planetaria a bassa velocità ed incorporare un po per volta i pezzi di burro.
Quando i pezzetti di burro si saranno frantumati aggiungere l'acqua e  limone tutto in un volta, fate mescolare ancora finchè non si amalgama e diventa compatta.
Togliete dalla planetaria spolverate la spianatoia con farina e datele una veloce impastata, dividete la pasta a metà e fatene due rotoli avvolgete in pellicola e mettete in frigo per due ore.
Impasto
Estraete la pasta dal frigo 20 minuti prima di stenderla.
Sbucciate le mele tagliatele a spicchi a dadini come più vi piace, in una ciotola aggiungete lo zucchero di canna la cannella e mescolate, in un'altra ciotola mettete lo yogurt greco, zucchero di canna e vannilla e mescolate.
Dividete i rotoli in tre parti, stendete formando 3 cerchi, adagiateli su una teglia coperta con carta forno, mettete due cucchiai di composto di panna acida e una bella manciata di composto di mele chiudete a mò di cestino spennellate con l'uovo e infornate.
Mangiateli tiepidi , possono durare 3 giorni.
Pronte per essere infornate

giovedì 23 ottobre 2014

Torta charlotte al Torrone

Come ogni anno ritorna puntuale l’appuntamento più atteso da tutti i golosi e gli amanti della storia: dal 15 al 23 Novembre le strade e le piazze di Cremona saranno animate da eventi, spettacoli e degustazioni in occasione della Festa del Torrone.

Il tema di questa edizione sarà “La multimedialità” – internet e le tecnologie mobile – con l’intento di abbracciare non solo i golosi del mondo del dolce ma tutti quelli appassionati che utilizzano il web e le moderne tecnologie per essere costantemente al passo con i tempi. Pertanto, il programma verrà integrato con un portafoglio di iniziative e di incontri, che racconteranno il tema nelle sue diverse espressioni, nelle sue varie esperienze, legandolo alle diverse forme artistiche.

Molti saranno gli appuntamenti speciali che esalteranno“La multimedialità” fondendola allo stesso tempo con la ricchissima tradizione culturale e gastronomica della città. Vi invitiamo quindi a scoprire la città durante la sua festa più dolce: un appuntamento semplicemente da non perdere.
Per maggiori info http://www.festadeltorronecremona.it/2014/ 
#festadeltorrone




Ingredienti (per 8 persone)

Ganache al cioccolato bianco e avocado
500 g. di cioccolato bianco
1 avocado

Bagna alla vaniglia
100 g. di zucchero liquido
100 g. di acqua
25 g. di liquore di vaniglia

Biscotto charlotte
270 g. di albumi
250 g. di zucchero
180 g. di tuorli (io ho messo 6 tuorli)
250 g. di farina debole
zucchero a velo

Crema pasticciera (400/500G.)
200 g. di latte fresco intero
50 g. di panna fresca
75 g. di tuorli (3/4)
75 g. di zucchero
8,75 g. di amido di mais
8,75 g. di amido di riso
1/2 bacca di vaniglia

Crema chantilly
400/500 gr. di panna fresca
400/500 g di crema pasticcera

Finitura
1 kg. di crema chantilly alla vaniglia


Con torrone classico “ io Sperlari

Preparazione torta charlotte

Biscotto charlotte
Mettere gli albumi con lo zucchero in un pentolino e portare alla temperatura di circa 37/40°C (se non avete il termometro potete controllare immergendo il dito, il composto dovrebbe essere tiepido);
inserire il composto di zucchero e albumi nella planetaria e montare con sino ad ottenere un composto spumoso e ben compatto;
unire i tuorli sbattuti e infine incorporare la farina setacciata  mescolando dal basso verso l’alto delicatamente;
versare quindi l’impasto ottenuto in un sacchetto a poche mettere la teglia in verticale e formare tante righe per tutta la lunghezza della teglia, cospargere di zucchero a velo e infornare a 220°C per 7 minuti circa.
Biscotto charlotte pronto per infornare
Pronti per l'assemblaggio
Crema pasticciera (400/500G.)
Montare i tuorli con lo zucchero e i semi di vaniglia;
quando il composto risulterà bianco e spumoso incorporare i due amidi con una spatola, delicatamente;
nel frattempo mettere a bollire in una pentola antiaderente il latte con la panna e la mezza bacca di vaniglia (quella a cui avete tolto i semini);
raggiunto il bollore unire al latte caldo il composto di uova e zucchero e appena si formano dei piccoli “vulcani” causati dal latte bollente amalgamare bene il tutto con la frusta;
togliere dal fuoco e stendere la crema in un contenitore di vetro e ricoprire con la pellicola (direttamente sulla crema) e mettere in freezer sino a quando si raffredda e poi passarla in frigorifero(si conserva max 3/4 gg.).
crema pasticcera classica
Crema chantilly
Stemperare la crema pasticciera fredda di frigorifero con una frusta sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo;
prelevare circa metà crema e scaldarla in un pentolino e unirvi la gelatina in soluzione (o gelatina in fogli) e farla sciogliere;
aggiungere la metà di crema fredda;
incorporare delicatamente la panna precedentemente montata;
coprire con la pellicola e conservare in frigorifero (si conserva max 3/4 gg.)
Crema chantilly
Ganache al cioccolato bianco e avocado
Scaldare metà della purea di avocado  in un pentolino e unire il cioccolato tagliato a pezzettini; mescolare con una frusta sino a quando sarà completamente sciolto;
infine unire il resto della purea di avocado fredda.


Ganache con cioccolato bianco e avocado
 Bagna alla vaniglia
Unire lo zucchero liquido (zucchero + acqua) all'acqua e al liquore di vaniglia.

Assemblaggio torta

Bagnare solo la parte inferiore del biscotto e ricoprire di crema chantilly

Ricoprire con la ganache all'avocado e torrone classico Sperlari
Montaggio dolce
Tagliare una striscia di acetato e rivestire lo stampo, tagliare il biscotto charlotte e rivestire le pareti del cerchio 1 cm più basso del cerchio, coppare la base del biscotto e inzuppare l’interno con la bagna alla vaniglia (solo il fondo no le pareti);
riempire l’interno con uno strato di crema chantilly alla vaniglia, uno di ganache al cioccolato bianco e avocado e uno strato di Torrone classico a pezzettini; 
richiudere il tutto con la calottina di biscotto e ricoprire con la crema chantilly alla vaniglia;
mettere in freezer e poi in frigorifero;
prima di servire decorare la torta con dei ciuffi di crema chantilly e 
torrone spezzettato.




giovedì 25 settembre 2014

Rainbow cake

Torta davvero bellissima anche se elaborata, però  la soddisfazione è tanta e il gusto pure!

INGREDIENTI PER 8 PERSONE
  • 330 g burro
  • 500 g zucchero semolato
  • 80 g destrosio/glucosio
  • 400 g farina
  • 100 g farina di riso
  • 40 g lievito in polvere
  • 3 g sale
  • 1 stecca vaniglia
  • 540 ml latte
  • 225 g albumi
  • 200 g zucchero a velo
  • Coloranti alimentari qb

Per lo sciroppo
  • 500 g zucchero
  • 250 ml acqua 
Per le bagne
  • 500 ml di sciroppo di zucchero – da suddividere in:
  • 5 g zafferano in polvere
  • 50 ml succo di lamponi
  • 50 ml succo di arancia
  • 50 g pasta di pistacchio
  • 50 ml succo di mirtilli
  • 50 ml succo di cassis

Per la farcitura
  • 375 g panna fresca 35%
  • 250 g mascarpone
  • 125 g yogurt
  • 100 g zucchero a velo
  • 1 scorza limone

Per la decorazione
  • Farcitura qb
  • Granella di pistacchi qb
PROCEDIMENTO
Montare il burro con il destrosio o glucosio e lo zucchero semolato. Unire al composto, un po’ alla volta, le farine con il lievito e il sale, il latte e la polpa della vaniglia. Montare a neve gli albumi con lo zucchero a velo e incorporarli al composto. Mescolare delicatamente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Dividere l’impasto ottenuto in 6 contenitori e colorare ciascun impasto con un colorante diverso. Disporre 6 anelli di metallo da 16/18 cm sulle placche rivestite con la carta forno (porre su ciascuna placca due anelli), quindi imburrarli. Versare gli impasti nei sei anelli. Infornare due placche contemporaneamente e cuocere a 165° per circa 35 minuti. Intanto che gli impasti cuociono, conservare in frigorifero quelli restanti. Una volta pronti gli impasti infornati precedentemente, farli raffreddare e cuocere quelli tenuti da parte.

Per lo sciroppo
Portare a bollore in un pentolino l’acqua e lo zucchero.

Per le bagne
Stemperare i gusti con lo sciroppo.

Per la farcitura
Montare la panna. Grattugiare la scorza di limone. Mescolare la panna con il mascarpone, lo yogurt, lo zucchero a velo e la scorza di limone, fino ad ottenere una crema vellutata.

Per la composizione della torta
Bagnare i sei pan di spagna con le bagne colorate, quindi farcirli con la crema, alternando gli strati di diverso colore.  Ricoprire la torta con il resto della crema usata per pa farcitura e decorare la base con la granella di pistacchi.




Per la ricetta cliccare qui






martedì 23 settembre 2014

Plumcake alle bacche Goji




Ingredienti:
Yogurt bianco cremoso 250 gr 
Fecola di patate 60 g 
Zucchero semolato 140 gr 
Limoni la scorza di 1 
Olio di semi 100 ml 
Uova medie 3 
Sale 1 pizzico 
Farina 00 - 180 gr 
Lievito chimico in polvere 1 bustina (16 gr)
2 cucchiaia di bacche di goji

Procedimento:

Mescolate in una ciotola lo yogurt, le uova precedentemente sbattute, l’olio e la scorza grattugiata del limone;
quindi lo zucchero semolato, poi il lievito, la farina e la fecola di patate precedentemente setacciate. Aggiungete il sale e amalgamate per bene gli ingredienti,in un mixer frullate le bacche di goji e aggiungeteli all'impasto.
Cuocete in forno statico già caldo a 180° per circa 45 minuti senza mai aprire la porta del forno. Prima di estrarre il plumcake pungetelo in profondità con uno stecchino per spiedini, se estraendolo rimarrà asciutto, il plumcake sarà cotto. Lasciate raffreddare il plum cake 

alle bacche di goji nello stampo, coperto con un canovaccio pulito, quindi sformatelo e servitelo.


venerdì 19 settembre 2014

Fiore di pan brioche

Questo fiore di pan brioche è troppo bello da vedere e sopratutto da mangiare, è una ricetta della mia amica Marisa, nonché una blogger di cucina con la B maiucola qui trovate il link del suo Pan brioche.
http://blog.giallozafferano.it/loti64/fiore-di-pan-brioche-soffice-con-tutorial/


Ingredienti:
500 g di farina manitoba o farina 00
3 cucchiai di zucchero
2 uova
60 g di burro 
180 ml di latte tiepido
1 cubetto di lievito di birra
buccia di limone grattugiata
farcitura a piacere: confetture o nutella
zucchero a velo q.b.

Procedimento, per l'impasto del pan brioche:
Sciogliere a bagnomaria il burro e intiepidire il latte.
Sul piano lavoro disporre la farina a fontana e aggiungere: lo zucchero, la scorza di mezzo limone grattugiata, il lievito sbriciolato, le uova, il burro sciolto, il pizzico di sale e il latte tiepido. Con una forchetta iniziare ad amalgamare tutti gli ingredienti. Impastare energicamente fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.
Far lievitare per 1 ora in una ciotola coperta con pellicola e in un ambiente tiepido.
Trascorso il tempo di lievitazione dell’impasto del pan brioche, con un mattarello delicatamente stendere una grande sfoglia sottile con lo spessore di circa 3/4 mm. Ritagliare 4 cerchi con diametro 25 cm. Con i ritagli si possono fare delle briochine seguendo lo stesso procedimento. Sistemare il primo disco su di una teglia rivestita da carta forno, farcirlo leggermente con marmellata o nutella, sovrapporre il secondo disco e procedere allo stesso modo. Non farcire la superficie dell’ultimo disco adagiato. Farcire abbondantemente tutta la superficie di confettura o nutella.
Arrotolare con delicatezza dalla parte del lato più lungo e chiudere a cerchio
Sistemare il rotolo ottenuto in una teglia da ciambella rivestita completamente da carta forno. Praticare dei tagli profondi in superficie e far lievitare per 1 ora.
In forno preriscaldato statico a 180°C per 25/30 minuti circa.
Far intiepidire e spolverare con tanto zucchero a velo, servire a fette.
Qui i quattro cerchi
Sovrapporli con la giunta di confetture o nutella


Questa è con la nutella
Quattro strati pronti per essere tagliati


Effettuare sui dischi dei tagli come in foto, cercando di non tagliare la parte centrale. Dividere i dischi prima in 4, poi in 8 e in 16 spicchi.


A questo punto sollevare 2 spicchi ed effettuare il primo giro dal centro verso l’esterno e poi il secondo. Ripetere il procedimento anche con gli altri spicchi.



 A questo punto unire i due lembi del disco interno e con le dita girare le restanti punte esterne sotto per fare una forma rotondeggiante. Il risultato è questo
A questo punto unire i due lembi del disco interno e con le dita girare le restanti punte esterne sotto per fare una forma rotondeggiante. Il risultato è questo:
Far lievitare il fiore per circa 1 ora, prima di infornare cospargere il centro con dello zucchero. Se si preferisce si può spennellare la superficie con tuorlo e latte sbattuto ( io non l’ho fatto). In forno a 180°C per circa 25 minuti, deve risultare ben cotto e dorato. Far intiepidire e spolverare solo le punte con zucchero a velo.


Questo con marmellata di albicocche o aggiunto la granella di zucchero

Questo con la nutella

giovedì 18 settembre 2014

puntine di maiale con patate e bacche di Goji

Oggi ho preparato una ricetta facile e gustosa che ho rivisitato con le bacche di goji  che potete trovare cliccando su questo link.
www.goji.it




Ingredienti:

Per 4 persone
1 kg di puntine di maiale
6 patate belle grosse
1 bicchierino  di cognac 
olio
Timo, rosmarino, sale e pepe
Per guarnire una manciata di   bacche di goji

Procedimento:

Lavare e tagliare a spicchi le patate, aggiungere tutti gli aromi il cognac e le puntine mescolare un po per far si che gli odori si mescolino, un po di olio a filo.
in forno per 45 min a 250°
Impiattate e distribuite una manciatina di bacche di goji

martedì 9 settembre 2014

Ciambella marmorizzata

Ricetta facile, facile per fare un dolce per i vostri bambini e non.

Ingredienti:
Farina 500gr
Zucchero 250 gr
Burro 200 gr
6 uova
30 gr di cacao
pz di sale
Vanillina
Lievito per dolci 1 bustina
Latte fresco 220 ml
Zucchero a velo

Procedimento:

Mettete il burro precedentemente ammorbidito a pezzetti in una planetaria insieme allo zucchero e montate.
Unite le 6 uova a temperatura ambiente una alla volta , il sale e sbattete per almeno 5 minuti, fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.
Unite  al composto ottenuto la farina, il lievito e la vanillina dopo averli setacciati insieme alternando l’aggiunta del latte.
Amalgamate bene gli ingredienti, poi dividete l’impasto in due parti uguali, in uno setacciate la farina.
Dovrete ottenere due impasti di uguale consistenza.

Imburrate ed infarinate uno stampo per ciambella del diametro di  26 cm ed adagiatevi l’impasto chiaro, diviso in tre parti; fate la stessa cosa con quello scuro andando a colmare i vuoti rimanenti tra l’impasto chiaro. Per ottenere l’effetto marmorizzato, fate passare a spirale una forchetta dall'alto verso il basso attraverso i due colori dell’impasto. Infornate la ciambella per circa 40-45 minuti a 180°. Controllate la cottura verificando con uno stuzzicadenti : se pungendo in profondità’ la ciambella non rimarranno residui sullo stuzzicadenti, il dolce sara’ cotto. Sformate la ciambella, posizionatela su di un piatto e cospargetela a piacimento di zucchero al velo.

lunedì 3 marzo 2014

Chiacchiere

Farina 00 500 gr
Burro 50 gr
Vanillina 1 bustina
Uova(medie)  3 intere e 1 tuorlo
Lievito chimico in polvere 6 gr per dolci
Zucchero 70 gr
Grappa (o altro liquore) 25 ml
Sale 1 pizzico


Preparazione
Setacciate la farina assieme al lievito e disponete il tutto su di una spianatoia (oppure in una ciotola o nella tazza di un robot)  nella classica forma a fontana; ponete al centro il burro, lo zucchero, la vanillina, le uova, mezzo bicchierino di grappa e un pizzico di sale. Lavorate bene gli ingredienti fino a formare un impasto liscio ed elastico (se impastate a mano lavoratelo su di una spianatoia per almeno 10 minuti), al quale darete la forma di una palla e lo lascerete così riposare  avvolto nella pellicola trasparente in luogo fresco per almeno 30 minuti.

 Spianate poi la pasta per mezzo dell'apposita macchinetta (o con un mattarello), in modo da ottenere una sfoglia non troppo sottile dello spessore di 2 mm. Se utilizzerete la macchinetta, procedete in questo modo: dividete la pasta in 4 panetti del peso di circa 200 gr ciascuno, schiacciateli , inseriteli nella macchinetta con i rulli completamente divaricati ; se la sfoglia che fuoriesce tende a lacerarsi, infarinatela,
ripiegatela su se stessa e spianatela nuovamente, procedendo dallo spessore più ampio dei rulli a quello intermedio ed infine più stretto.

Fate così per 3 o 4 volte fino ad ottenere una sfoglia liscia e compatta e poi, con una rotellina a taglio smerlato, ricavatene delle strisce di 5 cm per 10 cm (o della misura che volete), e praticate su ognuna di esse due tagli centrali e paralleli per il lungo.

Ponete le strisce così ottenute (2 o 3 alla volta) in abbondante olio ben caldo ma non bollente, girandole su ambo i lati e stando attenti a non bruciarle; appena diventeranno dorate, toglietele dall'olio e ponetele a sgocciolare su di una brillantiera, griglia o carta assorbente. Quando diventeranno fredde ponetele su di un piatto da portata e cospargetele di zucchero al velo vanigliato.


lunedì 3 febbraio 2014

Treccia di pan briosche

Un dolce buono per la colazione e non.

Treccia di pan brioche con gocce di cioccolato e granella di zucchero


Ingredienti:
500 gr di farina Manitoba 
80 gr di zucchero 
7 gr di lievito secco
1 cucchiaino di miele
2 uova
80 gr di burro
180 ml di latte
buccia di limone
zucchero a velo


In forno
Procedo:
In una planetaria mettere il lievito 40 gr di latte intiepidito e lasciate che il lievito si gonfi, aggiungete 80gr di farina e impastate con il gancio, lasciate lievitare fino al raddoppio circa un'ora coperto con una pellicola lontano da spifferi, io dentro al forno spento.
Trascorso il tempo aggiungere al lievitino gli altri ingredienti uno alla volta aggiungete la farina,sempre con la planetaria in funzione, aggiungere il miele, le uova uno per volta, il latte, lo zucchero, il burro...mi raccomando il burro ammorbidito a temperatura ambiente un pezzetto per volta....infine gli aromi. fate incordare ben bene il composto quando si staccherà dalle pareti è pronta. Lasciate lievitare per 1 ora.
Trascorso il tempo adagiare il composto su di un piano di lavoro infarinato, potete realizzare tutte le forme che volete io in questo caso ho fatto delle trecce...si prendono dei pezzi di pasta si fanno dei rotolini spessi e si intrecciano, nell'intrecciatura (Facoltativo) potete mettere confetture o nutella o gocce di cioccolato e granella di zucchero, spennellate con latte e rimettete a crescere per un'altra ora su placca  foderata di carta forno.
Infornare per 20 min. 180°

sabato 25 gennaio 2014

Carciofi ripieni

Un piatto molto semplice e che mia mamma adorava!
Igredienti:
4 carciofi belli grossi
2 uova
2 cucchiaia di pangrattato
3 cucchiaia di grana 
prezzemolo 
aglio
sale e pepe
1 dado di verdure
olio EVO
aceto o limone

Procedura:
Pulite i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure e il gambo. Pareggiate le punte e togliete l’eventuale fieno interno. Sistemate i carciofi in una terrina, ricopriteli d’acqua, aggiungete il succo di limone e fate riposare per 15 minuti.


Sbucciate l’aglio, tritatelo, mettetelo in una terrina con il prezzemolo, il grana, l’uovo e il pangrattato e mescolate bene gli ingredienti. Insaporite con un pizzico di sale e di pepe.

Allargate delicatamente le foglie dei carciofi e riempite gli spazi con la farcia.

Sistemate i carciofi in una pentola io ho usato una di terracotta, riempitela di acqua fino alla metà dei carciofi irrorateli con l’olio e metteteci il dado di verdure, coprire  con coperchio fate cuocere per 40/50 minuti a fuoco basso. 

lunedì 13 gennaio 2014

Faloppa (bianchetto) in pastella

I bianchetti sono acciughe e sardine appena nate, ovvero novellame di pesce azzurro. Hanno diversi nomi a seconda delle regioni italiane e dei dialetti. Questi pesciolini sono tutelati da rigide regole per la pesca e di conseguenza non sempre sono disponibili sul mercato. Per bianchetto o gianchetto si intende il novellame di pesce azzurro, ovvero le forme giovanili (avannotti) di due specie: acciuga (Engraulis encrasicolus) e sardina (Sardina pilchardus). Si presentano come massa gelatinosa, opalescente e traslucida, di lunghezza poco superiore ai 2 mm.
 L'unica possibilità di verificare se siamo in presenza di bianchetti di sarda o di acciuga dipende dal periodo di pesca che è regolamentata da appositi decreti proprio per tutelare il pesce azzurro. In cucina sono un piatto delicato e delizioso tipico della cucina ligure e italiana.
 Tratto da: http://www.alimentipedia.it/bianchetti.html

Questa è la faloppa o bianchetto

Occorrente:
300 gr di Faloppa (bianchetto)
200 gr di farina
70 ml. di latte
80 ml di acqua fredda
1 uovo intero
2 cucchiaia di Grana
olio per friggere
sale, pepe e prezzemolo
Occorrente

Procedimento:
Delicatamente lavare e togliere eventuali impurità dalla faloppa usando una bowl riempitela di acqua fredda versate la faloppa lavatela e versate nel colino, tutto con molta delicatezza.
In una bowl procedete a fare la pastella, prima l'uovo sbattetelo un po e versate la farina se si asciuga aggiungete il latte e poi l'acqua, quando il composto e  divenuta la classica pastella, aggiungete tutti gli altri ingredienti e per ultimo la faloppa (bianchetto) con molta delicatezza incorporateli ben bene nella pastella.
Pronti per la frittura: 
In una padella scaldate l'olio di oliva o semi, e con un cucchiaio prendete un po di pastella e delicatamente versate nell'olio bollente, quando saranno dorati entrambi i lati, fate scolare su carta assorbente.

Servite caldi non bollenti.

 

venerdì 10 gennaio 2014

Crocchette di riso

Ricetta veloce, basta avere un po di riso freddo magari del giorno prima si possono realizzare queste deliziose crocchette!
Crocchette pronte da gustare

Ingredienti:
300 gr di riso
2 uova
3 cucchiaia di grana
2 cucchiaia di pecorino romano
Erba cipollina
Pepe 
Pan grattato
Olio per frittura o olio di oliva

 Procedimento:
Riso ben freddo, magari del giorno prima così sarà ben asciutto.
In una bowl versare il riso e tutti gli altri ingredienti.
Amalgamare ben bene, fare delle palline e allungarle sul palmo a mò di cilindro, passarle nel pan grattato.
Sul fuoco mettete una padella con l'olio far scaldare friggere le crocchette, quando saranno dorate da tutt'e due i lati fateli scolare su carta assorbente.
Servire ben caldi ma non bollenti! 
Crocchette mentre friggono



giovedì 2 gennaio 2014

Polipo in pignata (pentola di terracotta, coccio)

Ciao a tutti, nelle feste passate mi sono cimentata con ricette sfiziose, quella che vi propongo oggi è " polipo in pignata" io ho usato una pentola di coccio...da noi si chiama (U TIST)

Ingredienti:
1 polipo da 1 kg e mezzo
1 carota, 1 costa di sedano,
2 grosse cipolle io ho usato quelle rosse
olio EVO
200 gr di pomodori pelati (io quelli fatti da me)!
1 bicchiere di vino bianco
prezzemolo e 2 spicchi d'aglio
una pentola di coccio
spargifiamma indispensabile


Questa è la pentola di terracotta 
il polipo in cottura












Procedimento

Accendere il gas a minimo posizionare lo spargifiamma e adagiare la pentola di terracotta (U TIST) sul fuoco mentre si riscalda un po, mondare e lavare gli odori, tagliarli a pezzi grossolani e metterli nella pentola, rimestare, nel frattempo lavare e pulire il polipo, levare il becco e gli occhi, con le mani afferrate i tentacoli e tirate, sempre sotto l'acqua, quella specie di patina viscida che lo ricopre, mettetelo in pentola, versate il bicchiere di vino bianco e fate cuocere per un paio d'ore senza toccarlo....(non mettete acqua) si dice che: " il polipo si cuoce nella sua stessa acqua".
Passato il tempo, togliere il polipo adagiatelo su un tagliere, nel liquido che rimane in pentola versate i pomodori, lasciate distruggere un po il liquido di cottura, almeno 15 minuti, nel frattempo tagliate il polipo a pezzi grossi e rimettetelo nella pentola aggiungere il prezzemolo e l'aglio, altri 5 minuti di cottura, spegnere.
Impiattate subito e magari servire insieme dei crostini di pane per pucciare il sughetto.





Pronto da gustare